Bonus Barriere architettoniche

Nel 2022 arrivano due nuovi bonus edilizi, uno riguardante l’abbattimento delle barriere architettoniche ed uno riferito al settore turistico con il bonus alberghi: vediamo in dettaglio di cosa si tratta.

 

 

 

 Bonus Barriere architettoniche

 

L’arrivo dell’anno nuovo porta con sé delle novità molto interessanti per quanto riguarda i bonus edilizi, con due new entries che si vanno ad aggiungere alle già numerose opportunità previste e rinnovate con l’ultima Legge di Bilancio.

Nello specifico i nuovi bonus sono il cosiddettobonus barriere architettoniche ed il bonus alberghi; li analizziamo entrambi nell’articolo di oggi.

Il bonus barriere architettoniche

Nella Legge di Bilancio 2022 viene prevista un’agevolazione per l’abbattimento delle barriere architettoniche in edifici già esistenti, pari al 75% delle spese sostenute (tali spese devono essere effettuate nell’arco temporale tra il 1 Gennaio ed il 31 Dicembre di quest’anno).

Come per altri bonus già esistenti, si prevede che tale detrazione IRPEF possa essere goduta direttamente dal contribuente in 5 quote annuali, o in alternativa si può scegliere di usufruire dello sconto in fattura o della cessione del credito

Ma quali sono i lavori che si possono effettuare? In sostanza si fa riferimento a quegli interventi che vengono realizzati per eliminare le barriere architettoniche (per esempio ascensori o montacarichi) ed a quelli che vanno a creare strumenti idonei a favorire la mobilità di persone affette da disabilità.

Con riferimento a quest’ultimo punto può essere utile fare qualche esempio per capire esattamente a cosa ci si riferisce quando si parla di mobilità (interna ed esterna) di persone disabili; nel dettaglio sono agevolate le spese sostenute per:

  • realizzazione di elevatori interni all’abitazione
  • sostituzione di gradini con rampe
  • ristrutturazione dei viali di accesso all’immobile prevedendo un percorso per ipovedenti
  • sistemazione dei posti auto con aggiunta di parcheggi riservati ai disabili
  • sostituzione di citofoni, cassette della posta, portoni e scale d’ingresso, prevedendo se necessario dei montascale.

Come accennato, l’importo della detrazione viene calcolato sulle spese sostenute, che prevedono un tetto massimo pari a

  • 50.000€ per gli edifici unifamiliari o unità immobiliari funzionalmente indipendenti
  • 40.000€ moltiplicato il numero delle unità immobiliari per gli edifici composti da due a otto unità
  • 30.000€ moltiplicato il numero delle unità immobiliari per gli edifici composti da più di otto unità.

È utile chiarire, infine, che questo nuovo bonus va ad aggiungersi alla possibilità già esistente di conteggiare gli interventi per l’abbattimento delle barriere architettoniche come lavori trainati nel contesto di interventi di riqualificazione agevolati con il Superbonus 110%. 

Il bonus alberghi

Bonus-Alberghi

Proprio in questi giorni il Ministero del Turismo ha pubblicato l’avviso con il quale si dà piena attuazione al cosiddetto “bonus alberghi”, originariamente previsto dal Decreto Legge 152/2021 (il decreto riferito al PNRR). 

Il bonus alberghi fa riferimento ad un credito d’imposta fino all’80% delle spese sostenute per la realizzazione di interventi di riqualificazione delle strutture turistiche beneficiarie della misura; che nello specifico sono:

  • imprese alberghiere
  • strutture che svolgono attività agrituristica
  • strutture ricettive all’aria aperta
  • imprese del comparto turistico, ricreativo, fieristico e congressuale
  • stabilimenti balneari e termali, porti turistici, parchi tematici.

Il credito non concorrerà alla formazione del reddito, sarà utilizzabile in compensazione oppure potrà essere ceduto a terzi, secondo le modalità tipiche previste per gli altri casi di cessione del credito d’imposta.

Per i beneficiari del credito derivante dal bonus alberghi sono considerate spese ammissibili anche quelle per la progettazione degli interventi agevolati, che comprendono:

  • efficientamento energetico 
  • riqualificazione antisismica
  • eliminazione delle barriere architettoniche
  • realizzazione di piscine termali
  • digitalizzazione delle strutture.

Le strutture interessate possono beneficiare dell’agevolazione garantita dal bonus alberghi per gli interventi realizzati tra il 7 Novembre 2021 (data di pubblicazione del Decreto Legge) ed il 31 Dicembre 2024.

Oltre al credito d’imposta dell’80% delle spese sostenute, le imprese beneficiarie possono fruire anche di un contributo a fondo perduto, per un valore massimo di 40.000€, elevabile fino a:

  • 30.000€ aggiuntivi in caso di interventi di digitalizzazione
  • 20.000€ aggiuntivi se le imprese sono gestite da giovani o da donne
  • 10.000€ aggiuntivi per le imprese con sede operativa in determinate regioni del Sud

Tale contributo viene erogato in un’unica soluzione alla fine dell’intervento; tuttavia è possibile richiederne un’anticipazione nella misura del 30%.

Ricordiamo infine che il contributo a fondo perduto ed il credito d’imposta dell’80% di cui abbiamo parlato in precedenza sono tra loro cumulabili, sempre entro il limite dei costi sostenuti.

bonus-alberghi

In conclusione possiamo affermare che a conti fatti la volontà del Governo per i prossimi anni è quella di continuare ad investire per accrescere la platea di beneficiari che potranno godere delle agevolazioni fiscali per i lavori edilizi, soprattutto perché il bonus alberghi sembrava dover essere eliminato ed invece, giustamente, è stato prorogato anche per il 2022.

La rosa di bonus esistenti, di cui vi abbiamo parlato in questo articolo,  si è ampliata con due grosse novità: il “bonus barriere architettoniche”, permette di modernizzare i nostri immobili e renderli facilmente accessibili alle persone affette da disabilità;

Il “bonus alberghi” invece va a beneficio di una delle categorie più duramente colpite dalla pandemia e che rappresenta uno dei settori chiave dell’economia italiana, per cui non è retorico sostenere che investire nella riqualificazione delle strutture turistiche significa investire nel futuro del paese.

Noi di Girocredito continueremo a fare informazione su tutto ciò che succede nella galassia dei bonus fiscali; tu continua a seguirci sul nostro blog e sulle nostre pagine social!Logo-girocredito